Esame di avvocato 2014
  Normativa sull'esame
La prova scritta
La prova orale
Pareri e atti già assegnati
Discuti il parere
Forum
Leggi e sentenze
Siti di interesse
  Bandi Esami precedenti
 Cerca nel sito
 



MAILING LIST
Per essere gratuitamente informato sulle nostre pubblicazioni, le offerte formative e le novità giurisprudenziali
clicca qui per iscriverti




Credits


Manuali XXS di Diritto Civile e Penale


Tariffe Forensi Commentate

Separazione e Divorzio
Separazione e Divorzio


L'Usucapione


I Provvedimenti d'Urgenza ex Art. 700 c.p.c.


Il Nuovo Ricorso al TAR


Responsabilità del Medico


La Nuova Mediazione Civile




Esame 2014 - Terza giornata
Atto giudiziario in materia di diritto civile
Nella notte del 12/5/2012 Caio decideva di partecipare ad una gara automobilistica clandestina e, prima della partenza, Caio chiedeva a Sempronio di accompagnarlo nella gara.
Sempronio accettava l’invito e saliva sulla autovettura condotta da Caio e di proprietà del medesimo.
Nel corso della competizione Caio perdeva il controllo della sua vettura che si ribaltava e, a causa delle ferite riportate nell’incidente, Sempronio decedeva.
Dal verbale della polizia risultava che Sempronio aveva allacciato la cintura di sicurezza.
Mevia e Tizio, rispettivamente madre e fratello di Sempronio formulavano rituale richiesta di risarcimento danni ai sensi dell art. 145 Codice delle Assicurazioni Private (D. Lgs. 209/2005) ricevuta dalla Societa Alfa, compagnia assicuratrice dell'auto di Caio, il 30/9/2012.
Non essendo intervenuto alcun risarcimento, con atto di citazione notificato il 13/6/2013 Mevia e Tizio convenivano in giudizio Caio e la società Alfa per sentirli condannare in solido tra di loro al risarcimento dei danni patiti a seguito della morte di Sempronio.
A sostegno della propria domanda Tizio e Mevia esponevano che Sempronio non aveva posto in essere alcuna condotta idonea a causare, o anche solo ad agevolare, il sinistro poiché si era limitato a salire a bordo dell’autovettura di Caio per accompagnarlo senza ingerirsi in alcun modo nella conduzione dell’auto.
Evidenziavano inoltre che Sempronio aveva adottato tutte le cautele necessarie allacciandosi la cintura d sicurezza.
Gli attori chiedevano quindi che i convenuti venissero condannati in solido tra loro al risarcimento dei danni derivanti dal sinistro, da attribuirsi alla esclusiva responsabilità di Caio.
Assunte le vesti del legale del convenuto rediga il candidato l'atto giudiziario ritenuto più idoneo alla tutela dei propri assistiti illustrando gli istituti e le problematiche sottesi alla fattispecie in esame.

Atto giudiziario in materia di diritto penale
Con sentenza pronunciata dal Tribunale nel 2009, divenuta irrevocabile nel novembre 2012, Tizio viene condannato alla pena, condizionalmente sospesa, di anni uno di reclusione ed euro 600 di multa, per il reato di cui all’art. 646 del codice penale per essersi appropriato indebitamente nell’anno 2008 di beni mobili (cucina e arredi completi di un bar ristorante, nonché della somma di euro 25.000), appartenenti alla società Alfa, della quale era amministratore unico.
Nell’aprile 2012 viene dichiarato il fallimento della società Alfa e, per le condotte di distrazione relative ai medesimi beni e alla stessa somma di denaro, Tizio viene denunciato e nuovamente sottoposto a processo, questa volta per il reato di bancarotta fraudolenta di cui all’art. 216, comma 1 n. 1 Regio Decreto 16 marzo 1942 legge fallimentare, processo nel quale rimane contumace.
Con sentenza in data 9 maggio 2014, Tizio viene condannato alla pena di ani 3 di reclusione.
Ricevuta la comunicazione dell’avvenuto deposito della sentenza il 3 giugno 2014, Tizio si reca il giorno dopo in Tribunale, dove acquisisce copia della sentenza. Il giorno 9 giugno 2014 Tizio si reca da un avvocato, rappresentandogli la situazione e mostrandogli le due sentenze di cui sopra. Il candidato, assunte le vesti del legale di Tizio, rediga l’atto ritenuto più idoneo alla difesa dello stesso.

Atto giudiziario in materia di diritto amministrativo
Il Sindaco del Comune Alfa nella qualità di ufficiale del governo emetteva in data 24.11.2014 una ordinanza contingibile ed urgente di definitiva rimozione di un chiosco per l'esposizione di fiori e piante a suo tempo 1988 autorizzato in favore di Caio.
Il provvedimento veniva emesso esclusivamente in base ad una relazione dei vigili urbani del 20.12.2013 nella quale si dava atto che la struttura versa in uno stato di fatiscenza e abbandono risulta ricettacolo di immondizie detriti e vegetazione spontanea determinando degrado ambientale.
L'ordinanza veniva notificata a Caio mentre si trovava ricoverato in ospedale dal 25.10.13 e non era preceduta da comunicazione di avvio del procedimento.
Il candidato assunte le vesti del legale di Caio rediga l'atto ritenuto più idoneo alla tutela del proprio assistito illustrando gli istituti e le problematiche sottese alla fattispecie in esame.


Soluzione del parere di penale
La soluzione del parere di penale sulla concussione era contenuta nel nostro "Corso completo per la prova scritta per l'esame di avvocato" edizioni 2013 e 2014 di Massimiliano Di Pirro.
La potete scaricare da qui


Esame 2014 - Seconda giornata
Traccia n.1 - Parere di civile
Con sentenza pronunciata dal Tribunale nell'ottobre 2012 e depositata il 30/11/2012, Tizio, incensurato di anni 42, viene condannato con la concessione delle attenuanti generiche, alla pena di tre anni di reclusione, con interdizione perpetua dai pubblici uffici in quanto giudicato responsabile del reato di cui all'art 317 c.p. commesso nell'anno 2010 [...]


Traccia n.2 - Parere di penale
Tizio, di professione autotrasportatore, effettuava 30 transiti sulla rete autostradale omettendo di corrispondere il relativo pedaggio (per un totale di circa 350 euro).
in particolare, in alcuni casi, dopo aver ritirato, alla guida dell'autocarro di sua proprietà, il tagliando d'ingresso del casello autostradale, una volta giunto alle varie stazioni d'uscita [...]


Esame avvocato 2014
Traccia sulla servitù di parcheggio - Sentenze risolutive.
Cass. civ., 6 novembre 2014, n. 23708 [...]

Cass. civ., 22 novembre 2011 – 13 settembre 2012, n. 15334 [...]


Esame 2014 - Prima Giornata
Traccia n.1
Tizio, proprietario, concede in locazione un appartamento a Caio che lo adibisce ad abitazione propria e della propria famiglia.
In prossimità della scadenza del contratto Tizio intima licenza per finita locazione e cita in giudizio Caio per la convalida.
[...]


Traccia n.2
Tizio, proprietario di un terreno, concede a Caio, proprietario del fondo confinante, di parcheggiare la propria autovettura su una porzione del suo terreno.
Per formalizzare tale accordo gli stessi stipulano una scrittura privata in cui si legge che Tizio dichiara di costituire su una determinata porzione del suo fondo una servitù di parcheggio a beneficio del fondo di Caio, dietro pagamento di un corrispettivo in denaro.
[...]


Esame di Avvocato 2014
Bando di esame di abilitazione all'esercizio della professione di avvocato - sessione 2014 (G.U. n. 71 del 12 settembre 2014)
vai al bando


Cass. civ., Sez. Un., 3 febbraio 2014, n. 2284
"Esame avvocato 2014 - La responsabilità dell’appaltatore per rovina o difetti dell’immobile"
Massima
Posto che la previsione concernente la responsabilità dell’appaltatore in caso di rovina e difetti di cose immobili concreta un’ipotesi di responsabilità extracontrattuale con carattere di specialità, qualora non ricorrano in concreto le condizioni per la sua applicazione (come nel caso di danno manifestatosi e prodottosi oltre il decennio dal compimento dell’opera) deve ritenersi esperibile nei confronti dell’appaltatore medesimo l’azione basata sull’art. 2043 c.c. Motivazione clicca qui


Cassazione - Sezione Lavoro - n. 16637/2014
La Sezione Lavoro della Cassazione interviene sulla legittimazione delle associazioni sindacali a diffusione nazionale a promuovere la procedura ex art. 28 Statuto Lavoratori e sul requisito della "diffusione sul territorio nazionale". clicca qui


Cassazione - Sezione Lavoro - n. 16487/20014
La Sezione Lavoro della Cassazione interviene sulla determinazione dell'indennità di recesso anticipato in caso di contratto di agenzia a tempo indeterminato. clicca qui


Recentissime delle Sezioni Unite della Cassazione
Cassazione Penale - Sezioni Unite - 17 luglio 2014
L'istituto della rescissione del giudicato, previsto dall'art. 625 ter c.p.p. introdotto dall'art. 11 della legge 67/2014, non è applicabile retroattivamente. Essa si applica solo ai procedimenti nei quali sia stata dichiarata l'assenza dell'imputato a norma dell'art. 420 bis c.p.p. secondo le nuove disposizioni della legge 67/2014.

Cassazione Penale - Sezioni Unite - 17 luglio 2014.
La sentenza della Corte Costituzionale n. 32/2014, che ha dichiarato la illegittimità costituzionale degli artt. 4bis e 4vicies della legge 49/206 ripristinando il trattamento sanzionatorio previsto dall'art. 73 del D.P.R. 309/1990, con conseguente riduzione dei termini di durata della custodia cautelare, non produce i suoi effetti retroattivamente.
La sentenza, quindi, non incide sui termini di custodia cautelare delle fasi già esaurite prima della pubblicazione della sentenza stessa.

Cassazione Penale - Sezioni Unite - 17 luglio 2014
E' qualificabile come furto tentato la condotta di sottrazione di merce dai banchi di vendita di un supermercato, avvenuta sotto il continuo controllo del personale di vigilanza, anche se l'autore sia stato fermato dopo il superamento delle casse senza aver pagato la merce prelevata.



Leggi e sentenze
- Aggiornamenti normativi
- Sentenze in materia di diritto civile
- Sentenze in materia di diritto processuale penale
- Sentenze in materia di diritto penale
- Sentenze in materia di diritto del lavoro e pubblico impiego
- Sentenze in materia di codice della strada
- Altre materie


La prova scritta
Come redigere il parere e l'atto giudiziario.
I testi consigliati.
Le tracce d'esame dal 1989 ad oggi.


La prova orale
Tutti i testi fondamentali per una preparazione completa.
La scelta delle materie.
Alcuni consigli metodologici.



























































In libreria

Codice Civile (C1) + Codice Penale (C3) - Annotati con la Giurisprudenza
SCONTO 15%


Codice Civile Annotato con la Giurisprudenza + CD-Rom


Codice Penale Annotato con la Giurisprudenza + CD-Rom


L'esame di Avvocato


Utimi Pareri di Diritto Civile - Utimi Pareri di Diritto Penale - Utimi Atti Giudiziari di Diritto Civile, Penale e Amministrativo


Pareri Motivati di Diritto Civile


Atti Giudiziari Diritto Civile


Pareri motivati
di Diritto Penale



Costruire un Parere Motivato Civile e Penale


Costruire un atto giudiziario Civile e Penale


Corso Completo per la prova scritta dell'esame di Avvocato


Atti Giudiziari Diritto Amministrativo


I Pareri Motivati e gli Atti Giudiziari già assegnati all'esame di abilitazione forense (2002/2013)


Copyright© Simone S.p.A.
CONTATTI
P.IVA 06939011216
Il sito è ospitato da Inet S.p.A.